NARCOS DI CASA NOSTRA – La Guardia di Finanza scopre a capodichino un cilindro con tre chili di cocaina purissima

Tre chili di cocaina purissima sequestrati all’aeroporto di Capodichino, a Napoli. L’operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza che ha scoperto il carico di polvere bianca nascosto all’interno di un cilindro meccanico nel magazzino delle merci.

L’oggetto era arrivato a Napoli dalla Bolivia, fin dal mese di novembre ed era destinato ad un uomo di nazionalità messicana residente in italia. E’ stata proprio la provenienza di quel cilindro meccanico a destare i sospetti dei militari che hanno analizzato l’oggetto ai raggi x. Dopo i primi controlli, gli investigatori dispongono un’analisi più precisa ma per farlo bisognava attendere il proprietario. Per tre mesi nessuno si è fatto vivo e il cilindro è rimasto in deposito. Poi la decisione di operare lo stesso, soprattutto quando si è scoperto che i dati del destinatario della spedizione erano praticamente inesistenti. Così, dal cilindro meccanico è stato estratto il pistone che poi è stato sezionato. All’interno c’erano bustine di cocaina, confezionate in maniera tale da essere praticamente aderenti alle pareti del pistone. Un sistema che avrebbe persino evitato “sorprese” durante i controlli “radiogeni”. Ora, bisogna capire a chi era destinato il carico di droga e chi lo aveva ordinato dai narcos boliviani. La droga, tre chili di sostanza purissima, una volta tagliata e immessa sul mercato avrebbe fruttato un business di oltre un milione di euro.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci