DRAMMA A VOLLA – Una donna trentanovenne, si lancia nel vuoto col figlioletto. Per la donna, accusata di tentato omicidio, la situazione è gravissima. Il figlio, ha solo fratture

VOLLA – Tenta il suicidio insieme al suo bimbo di cinque anni: è accaduto a Volla, dove la donna rischia la vita ed è indagata per tentato omicidio. La donna, 39 anni, è salita al secondo piano di un palazzo di via Rossi, dove abita suo padre, e da lì si è lanciata giù dal balcone.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione retta dal comandante Francesco Russo, la 39enne soffriva di disturbi psichici: il Tribunale aveva infatti affidato il bimbo alla zia paterna per cinque giorni alla settimana. La donna, separata dal marito, viveva al primo piano dello stesso condominio. Ora la mamma è ricoverata in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Cardarelli; il bimbo ha riportato fratture alla spalla ma non è in pericolo di vita.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci