TREMA LA CAMORRA – Il braccio destro del boss degli “scissionisti” dei Falanga fa tremare la cosca. La famiglia spostata in una località protetta

TORRE DEL GRECO – Di lui dicono in giro che è spietato e sa dare gli ordini. Silvano Scognamiglio, quarant’anni e un passato da killer. Oggi potrebbe passare dalla parte della giustizia.

Le prime avvisaglie si sono avute quando l’uomo di spicco del clan che ha messo in ginocchio la superpotenza nella città dei Coralli del boss Di Gioia (Gaetano di Gioia, ‘o tapp fu ammazzato il 31 maggio 2009) è stato spostato dal padiglione del Carcere di Poggioreale dove “risiedeva” con gli uomini della sua cosca. E anche i familiari del boss sono stati spostati dal feudo degli “scissionisti del clan Falanga” che in pochi anni e molto sangue a suon di automatiche e mitragliatori, sono stati spostati in una località protetta. “Quattro Jolly” così radio mala chiama il boss Silvano Scognamiglio, luogotenente del capoclan Ciro Grieco tra poche, ore infatti potrebbe diventare il nuovo collaboratore di giustizia che fa tremare gli equilibri della mala all’ombra della città dei coralli.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci