IL FUTURO DELL’INDUSTRIA – Raggiunto l’accordo tra sindacati e Alenia Aereonautica, il gruppo campano controllato da Finmeccanica

E’ stata raggiunta nel pomeriggio di ieri l’intesa tra sindacati metalmeccanici e Alenia Aeronautica (controllata di Finmeccanica) per la gestione delle “insaturazioni”, cioé dei lavoratori – circa un migliaio – inattivi per mancanza di commesse, per quest’anno.

Lo rende noto il segretario nazionale della Uilm, Giovanni Contento, che ha da pochi minuti ha firmato l’accordo con il management dell’azienda dopo una lunga trattativa in un grande albergo della capitale. “Per il prossimo trimestre – spiega il sindacalista – abbiamo condiviso con Alenia un robusto programma di chiusure collettive, di tutti gli stabilimenti, utilizzando gli istituti delle ferie e dei permessi annui retribuiti previsti contrattualmente; ciò permetterà di diminuire sostanzialmente le giornate di cassa integrazione ordinaria dove necessario articolando il sacrificio, in funzione degli scarichi di lavoro occorrenti”. Le giornate previste di cassa saranno 13 a Pomigliano, 13 a Nola nell’area della produzione delle lamiere, 11 a Casoria, 8 a Nola nella parte montaggi e 3 a Foggia e nella parte meccanica di Nola. Per i lavoratori in contratto di apprendistato – spiega ancora il dirigente sindacale – è stato deciso di richiedere la cassa integrazione in deroga, con il preciso impegno assunto dall’azienda alla trasformazione a tempo indeterminato alla scadenza dei 36 mesi previsti. Altrettanto impegno riguarda la riduzione dei contratti di collaborazione a progetto che saranno mantenuti solo per le consulenze di alto profilo. “In effetti – aggiunge Contento – sono state dimezzate le giornate di Cigo e circoscritte solo in alcune aree del territorio nazionale; si è fatto ricorso a giornate di chiusura collettiva ad aprile e giugno e nelle giornate lavorative che saranno festività nel corso dell’anno”. Contento ricorda che l’area di Venezia era esclusa dalla trattativa di oggi e che per questo territorio si terrà uno specifico incontro il prossimo 20 aprile. La data di verifica dell’intesa stipulata oggi, invece, è prevista per il prossimo 15 maggio. “Sfruttando il principio della solidarietà tra i vari stabilimenti e tra i vari programmi lavorativi – sottolinea Contento – siamo riusciti a mitigare gli effetti di un piano aziendale che, a dicembre scorso, veniva annunciato dai vertici di Alenia Aeronautica con caratteristiche molto pesanti su alcune specifiche aree di produzione in sofferenza. Il riconoscimento dell’entità diversa delle insaturazioni congiunturali tra i vari programmi in essere e l’accettazione del principio solidale di tutti gli stabilimenti e territori ha permesso di giungere ad un accordo unitariamente condiviso che permetterà al principale player aeronautico nazionale di traguardare ad un nuovo periodo di ripresa già dalla fine del prossimo anno”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci