VERSO LE REGIONALI – Poli d’eccellenza e primo soccorso Enzo Scognamiglio: serve un sistema antisprechi

Poli di eccellenza e centri di primo soccorso: le due priorità per rilanciare la Sanità regionale. E’ questo il piano ospedaliero anti-sprechi nei progetti di Enzo Scognamiglio, candidato alla carica di consigliere comunale con la lista “Per Caldoro Presidente”.

“Fare della Sanità campana un sistema in cui ogni punto sia funzionalmente adeguato alle esigenze dell’utenza .- dice Scognmiglio – Tutelare i poli di eccellenza specializzati nelle varie patologie – continua – e contestualmente ridar vita a quei nosocomi “agonizzanti”, di cui le province pullulano, attraverso l’istituto di centri di prima accoglienza da codice rosso, ovvero sedi da Pronto soccorso e contemporaneamente punti di smistamento in direzione degli ospedali specializzati”. Il tutto da attuarsi attraverso la ridistribuzione delle risorse, in un’ottica tendente all’azzeramento degli sprechi e soprattutto alla massima efficienza. Non può non occupare una posizione di rilievo, nelle priorità imminenti, l’aspetto legato al personale che lavora negli ospedali campani. “L’età media degli infermieri nella nostra regione si aggira intorno ai cinquant’anni – spiega Scognamiglio – per cui l’idea di Scognamiglio è quella di favorire una legge che a livello regionale favorisca i prepensionamenti in modo tale da aprire concreti spiragli lavorativi per tutti giovani che sognano di addentrarsi nel mondo della Sanità”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci