LOVE BOAT – Il “Partito dell’amore” e il Presidente Berlusconi a Napoli in nave con le canzoni di Apicella

Berlusconi potrebbe essere – secondo indiscrezioni – il 19 marzo nel capoluogo campano per concludere il viaggio della «nave azzurra», un aliscafo che porterà Caldoro e i candidati del Pdl nei porti della regione dal 15 al 19 marzo.

«Vi garantisco che ho una gran voglia di tornare a Napoli», ha detto il premier intervenendo telefonicamente alla manifestazione del centrodestra che si è svolta ieri a Napoli all’hotel Tiberio, annunciando che arriverà con il musicista Mariano Apicella per fare ascoltare la sua nuova canzone composta per San Valentino, «tengo ‘o core dint’ ‘o zucchero» («Ho il cuore nello zucchero»). Berlusconi, rivolgendosi poi al coordinatore regionale del suo partito Nicola Cosentino, ha detto: «credo che dobbiate essere veramente sereni perché i cittadini campani hanno già capito che c’è bisogno di un cambiamento», anche perché, è la considerazione del premier: «la Campania non è più un feudo rosso, governiamo già 180 comuni e tre province, manca solo il colpo finale e cioé la vittoria di Caldoro». Poi ai dirigenti del Pdl raccomanda: «ricordate ai campani come abbiamo operato a Napoli durante l’emergenza rifiuti con la Protezione civile, che è un Dipartimento della presidenza del Consiglio». Il premier poi ricorda che una eventuale vittoria del centrosinistra rappresenterebbe per il Paese «uno Stato di polizia, rimetterebbe l’Ici, aumenterebbe le tasse su Bot e Cct, introdurrebbe la patrimoniale, darebbe ai pm la possibilità di intercettare su tutte le materie, togliendo ogni spazio alla privacy, ed infine aprirebbe le frontiere a tutti gli immigrati, un’ invasione per sovvertire il dato elettorale e far diventare minoranza noi moderati».

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci