TURISMO – Undici Comuni si mettono in rete per un nuovo (?) sistema turismo. Il sindaco Borriello: “Dobbiamo ridefinire gli obiettivi e soprattutto le strade da percorrere per il rilancio del Turismo, attraverso la rete”

TORRE DEL GRECO –  “In merito all’avvenuta approvazione del progetto Sistema Territoriale di Sviluppo, volto alla valorizzazione dei beni culturali territoriali, desidero esprimere la mia piena soddisfazione per i risultati conseguiti.

Una iniziativa che vede Torre del Greco capofila nell’ambito degli undici Comuni della provincia di Napoli coinvolti, con l’utilizzo di 10milioni di euro di fondi europei. Una importantissima occasione su cui l’Ente torrese, come gli altri, punta moltissimo affinché possa esserci una concreta fruizione turistica nazionale ed internazionale delle nostre ricchezze sia sotto il profilo archeologico che sociale, economico e culturale”. Così Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco. “Un nuovo sistema di sviluppo territoriale – prosegue – messo in rete soprattutto nell’ottica di realizzare straordinari attrattori culturali per un autentico rilancio del turismo locale. Tante sono le superbe bellezze lungo il percorso dei Comuni che hanno aderito e grazie al singolare patrimonio ambientale, architettonico, museale, storico, archeologico, librario ed artistico sarà possibile incrementare l’attività imprenditoriale locale e consentire la nascita di nuove energie per l’economia. Fondamentali in proposito i servizi che saranno messi in campo, strumenti indispensabili per una immediata scelta dei siti da visitare. Non a caso sono previsti indirizzi sia in internet che sul posto, con la presenza di totem e pannelli esplicativi nelle città coinvolte”. “Per quanto concerne Torre del Greco – spiega Borriello – siamo fermamente determinati ad inserire nel prossimo percorso turistico-archeologico anche la splendida domus imperiale di Villa Giulia in contrada Sora. Per questo all’interno del Parco verde attrezzato che va ad ultimarsi nello spazio antistante Palazzo La Salle si è inserito un ingresso all’interno della detta area archeologica. Una felice scelta che coniuga il contemporaneo con il mondo classico. Infatti, nei molteplici percorsi attraverso il Miglio d’Oro e oltre, sono contemplati anche parchi-giardini a tema”.  “Sento il dovere di ringraziare le Amministrazioni comunali partecipanti – conclude il Sindaco – nonché i vertici della Tess Costa del Vesuvio e la preziosa collaborazione al TIL ricevuta dalle Soprintendenze di Napoli, Pompei, e dai rappresentanti della Regione per i beni culturali, dagli Enti Parco Vesuvio e dei Monti Lattari. Inoltre, mi sia consentito rivolgere un sincero plauso al mio vice sindaco Antonio Spierto per l’intenso e proficuo lavoro profuso, supportato in modo encomiabile dall’architetto Michele  Sannino e dai suoi collaboratori nella efficace stesura del progetto, perfettamente consono al bando. Per questa ultima considerazione siamo tutti fiduciosi che la regione confermerà l’assoluta bontà di quanto proposto”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci