VERSO LE AMMINISTRATIVE/3 – Cinque candidati e faide interne. E la commissione elettorale eslude la lista dell’Udc,”Forza Sant’Anastasia”, l’Italia dei Valori e “Uniti per Sant’Anastasia”

SANT’ANASTASIA –  Fino a poche ore fa i  candidati per la poltrona a sindaco erano cinque e le liste tantissime. Cinque candidati per 28mila residenti. Poi, la clamorosa esclusione da parte della Commissione Elettorale della lista del candidato a sindaco Pasquale Miniero, “Forza Sant’Anastasia” esclusa per difformità tra le firme e la relativa documentazione.

Fuori anche l’Italia dei Valori che sostiene Giovanni Barone come candidato sindaco e le liste dell’Udc (con all’interno gli uomini del sindaco uscente l’avvocato carmine Pone in rotta di collisione col suo partito il Pdl che gli ha preferito Carmine Esposito) e “Uniti per Sant’Anastasia” che appoggiano dopo un accordo sul fil di lana il candidato a sindaco Carmine Capuano. Restano in campo, senza problemi con le liste Giovanni Barone (il candidato del Pd) e Paolo Esposito.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci