CALCIO NAPOLI – Condannati Corbelli e Ferlaino per il fallimento della società calcistica. I due ex presidenti, accusati di bancarotta fraudolenta

Gli ex presidenti del Calcio Napoli Giorgio Corbelli e Corrado Ferlaino sono stati condannati rispettivamente a tre anni e sei mesi e a tre anni di reclusione al termine del processo sul fallimento della società calcistica. La sentenza è stata emessa  dalla sesta sezione del Tribunale di Napoli (presidente Maddalena Salvati).

Ferlaino e Corbelli sono stati riconosciuti responsabili di bancarotta fraudolenta patrimoniale a preferenziale, in relazione in particolare alla vendita dei centri sportivi di Marianella e di Soccavo. Un anno e quattro mesi sono stati inflitti a Cesare Naldi, legale rappresentante di due società per l’uso del marchio del Napoli. Il Tribunale ha accolto le richieste formulate dal pm Fabio Massimo Del Mauro. E’ stato assolto Giuseppe Tampalini, all’epoca dei fatti presidente del collegio sindacale della società azzurra. Per gli imputati è stata dichiarato prescritto il reato di falso in bilancio (l’ipotesi iniziale di bancarotta è stata infatti derubricata), capo di accusa relativo alle plusvalenze indicate per l’acquisto di numerosi giocatori. La vicenda giudiziaria prende origine della inchiesta condotta dai pm Vincenzo Piscitelli e Fabio Massimo Del Mauro che negli anni scorsi chiesero e ottennero il fallimento della società.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci