VERSO LE REGIONALI – Alessandra Mussolini pensa al dietro front. “Non ho niente contro la Carfagna, ma per una nuova classe dirigente ci vuole coerenza”

Alessandra Mussolini, presidente della commissione parlamentare Infanzia, sta “riflettendo” sull’eventualità di mantenere o meno la sua candidatura alle Regionali, nel collegio di Napoli, per il Pdl. “Io credo – dice all’Ansa in merito alla vicenda della quale riferiscono oggi organi di stampa – che bisogna fare una valutazione in particolare dalla parte delle donne”.

” Se mettiamo un tappo, se ci sono candidature di donne che impediscono ad altre donne di emergere tutto diventa più complicato. Sto riflettendo in queste ore”. Un riferimento al ministro Mara Carfagna che sarà capolista del Pdl? “Parlo di me”, risponde la Mussolini che manifesta le sue preoccupazioni in particolare per le donne che si trovano nella “fascia non protetta” delle liste e che “rischiano di essere soffocate. Dobbiamo essere coerenti se vogliamo far emergere una nuova classe dirigente”. La Mussolini spiega che comunque la riflessione continuerà nelle prossime ore. Le liste potranno essere presentate dalle 8 di domani con chiusura dei termini per sabato alle 12.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci