RAPINA TIR – Sgominata la banda che terrorizzava i trasportatori: sono rpegiudicati dell’hinterland vesuviano

Erano specializzati in furti di tir, ricettazione delle merci rubate e riciclaggio degli autoarticolati con l’abrasione dei numeri di telaio: sette persone che facevano parte di un’organizzazione criminale sono state arrestate, in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Napoli, al termine di indagini condotte dalla guardia di Finanza della compagnia di Casalnuovo, nel Napoletano, e dalla squadra di polizia giudiziaria del compartimento della Polstrada de L’Aquila per l’Abruzzo.

Quello scoperto è un sodalizio che operava con cadenza settimanale su tutto il territorio nazionale. L’associazione operava attraverso la formazione di ‘batterie’, diverse di volta in volta, ma con appartenenti in grado di svolgere precisi compiti che provvedevano all’individuazione del mezzo da rubare, alla materiale esecuzione del furto ed al suo trasporto in territorio napoletano dove veniva piazzato il carico. I furti avvenivano in aree di parcheggio notturno dei mezzi, per lo più nelle regioni dell’Italia centro settentrionale. Tra i beni ritrovati detersivi, alimentari, ciclomotori, attrezzi per la pulizia dei capannoni. Al termine delle indagini, durante le quali sono stati sequestrati 15 autoarticolati e merci per un valore di più di 2 milioni di euro, sono state denunciate 17 persone, per sette delle quali, ritenute maggiormente coinvolte, sono state richieste ed ottenute misure cautelari in carcere.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci