VERSO LE REGIONALI – De Luca agli imprenditori: “La politica nondeve essere un mercato di assessorati. Con me sarà un nuovo Sud”

Sarà una Campania diversa. E pure il suo Sud, giura sarà diverso. “Perché la politica non deve essere il mercato degli assessorati e gli sprechi devono essere banditi”. Il candidato del Pd alla regione Campania, Vincenzo De Luca, torna a parlare agli imprenditori all’Unione industriali di Napoli.

“Non sono il terminale di potentati economici o politici o di clientele di partito, sono un uomo libero e non ho alle spalle né padroni né padrini”. E ancora: “Io non sono la controfigura di nessuno e non ho cambiali da pagare, non ho deciso di convivere con la camorra. Dobbiamo unire tutte le forze sane, ovunque esse siano perché é alto il rischio di scivolare verso situazioni pericolose. Io posso dire «ho fatto» e non solo ciò che vorrei fare. Sono espressione di una realtà amministrativa dove lo sportello unico per i sevizi sociali funziona e si aprono 250 cantieri l’anno. Forse si può dire che quella realtà è più piccola, ma il modello di lavoro si può applicare ovunque”. La politica intesa come “schemi, centrodestra e centrosinistra”, per De Luca, “non serve a niente” perché più dei partiti contano imprese e famiglie e “se non ci convinciamo di questo andremo verso il disastro”. “Io li salto entrambi e rappresento un’altra linea, la mia, «deluchiana». Forse voi avete qualche simpatia ma fra due mesi, vi troverete soli se non ci sarà chi ha scelto di svoltare. La Campania è a un bivio, questo è l’ultimo treno e se si sbaglia non ci saranno prove d’appello”. Terrò per me Bilancio, sanità e fondi europei Sono tre le ‘cose’ che Vincenzo De Luca seguirà “personalmente” se dovesse vincere le elezioni della prossima primavera: sanità, bilancio e fondi europei. “Lo dico subito, così nessuno si mette a pensare al mercato degli assessorati. Non perdano tempo, chi ha altre aspettative se ne torni a casa. Da questa parte non si contratta perché la Giunta è un luogo di servizio e non di gestione di feudi e correnti di partito”. De Luca torna, poi, sul tema dei consulenti e dice: “Come misura simbolica li mandiamo tutti via in 24 ore. Faccio arrivare i pullman della Sita (società di trasporto pubblico salernitana ndr) e li faccio portare a casa. La ricreazione è finita”. Non risparmia neppure i dipendenti regionali. “Qualcuno si è spaventato. Se pensate di poter continuare a passeggiare per il Centro direzionale, fate bene ad avere paura perché le passeggiate sono finite e il footing si fa di mattina, alle sei”. Tra 20 giorni la Metropolitana a Salerno “Entro 20 giorni entrerà in funzione la metropolitana di Salerno”. Ad affermarlo è il sindaco della città Vincenzo De Luca, candidato a governatore della Campania per il centrosinistra, a margine di un incontro con gli imprenditori, nella sede dell’Unione industriali di Napoli. Sui ritardi nella realizzazione dell’opera dice: “I lavori per la metropolitana erano affidati a Italfer e non al Comune”. “E’ una storia che ha visto un contenzioso dell’associazione di impresa che si è aggiudicata il bando, fra il titolare, il capofila – ha spiegato il sindaco di Salerno – E tutto si è scaricato sul lavoro e sui cantieri”. “Provate a chiedere a quegli imprenditori – ha concluso rivolgendosi ai cronisti – quanto tempo ci hanno fatto perdere con i loro contenziosi per realizzare la metropolitana a Salerno”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci