SPERANZA FIAT – Rientro in fabbrica per gli operai. A Pomigliano d’Arco si apre per tre giorni e si sogna il futuro

POMIGLIANO D’ARCO – Uno spiraglio, oppure l’ennesima illusione che qualcosa si sia sbloccato? Magari definitivamente. Ripresa produttiva per tre giorni alla Fiat Auto di Pomigliano d’Arco dove stamattina sono rientrati in fabbrica gli addetti alla produzione del modello Alfa 159. Per domani è previsto il rientro anche degli operai addetti alla produzione del modello Alfa 147.

I circa 5 mila lavoratori dello stabilimento automobilistico pomiglianese sono in cassa integrazione straordinaria dal 16 novembre dello scorso anno. Da oltre un anno gli operai lavorano per circa una settimana al mese e a loro sostegno è scesa anche la Regione Campania che sta effettuando dei corsi di formazione che prevedono un rimborso mensile di circa 600 euro ciascuno. Mentre lo stabilimento ha riaperto, seppure tra le preoccupazioni dei dipendenti che attendono la conferma della produzione della Panda, nell’aula consiliare del Comune di Pomigliano d’Arco continua la protesta dei 36 lavoratori il cui contratto scaduto il 31 dicembre scorso non è stato rinnovato. A loro si stanno aggiungendo, giorno dopo giorno, anche i 55 lavoratori con contratto di apprendistato che scadrà il 2 marzo prossimo.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci