RAPINA E VIOLENZA – I carabinieri arrestano il tunisino che a inizio mese violentò e rapinò una prostituta di Cercola

NOLA – carabinieri della locale stazione operativa nel corso di indagini su una violenza sessuale con rapina commesse il 6 febbraio hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un tunisino 34enne residente a Santa Maria a Vico (Caserta), ritenuto responsabile insieme a persona in via di identificazione di rapina, tentata estorsione e violenza sessuale.

Su via Boscofangone, nella frazione Polvica di Nola, con la minaccia di un coltello aveva costretto una prostituta 32enne di Cercola ad un rapporto sessuale facendosi poi consegnare dalla vittima 210 euro in denaro contante ed il telefonino. il 12 febbraio il malfattore e’ stato riconosciuto dalla vittima poiché a bordo della stessa vettura del giorno 6, una fiat punto, le si era avvicinato nuovamente e l’aveva minacciata di morte tentando di estorcerle del denaro mentre si prostituiva in via Boscofangone.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci