POLITICI CONTRO – Per Carnevale, il timore di Francesco Emilio Borrelli per l’aumento di baby gang in città. “Si organizzano soprattutto per Carnevale”

Un allarme per le possibili ‘imprese’ di baby gang a Napoli in occasione del Carnevale viene lanciato dai Vedi della Campania. “Siamo molto preoccupati – dice il commissario regionale Francesco Emilio Borrelli, ex assessore provinciale alla Protezione civile – Abbiamo segnalato in queste ore alle forze dell’ordine che si stanno organizzando gruppi agguerritissimi e scatenati di baby gang a Napoli, provenienti in particolar modo dalla Sanità, dal Pallonetto di Santa Lucia, Secondigliano, San Giovanni, Forcella e Quartieri Spagnoli, che con uova, spray, pomodori e arance congelate stanno preparando per domani una giornata tremenda di ‘azioni’ urbane”.

“Anche in provincia c’é grande fermento – continua Borrelli – sopratutto ad Afragola, Pompei, Ercolano, Ischia, Acerra, Volla, Marigliano, San Giuseppe Vesuviano e Quarto.In particolare si è sviluppata una nuova ‘moda’, quella di spruzzare neve spry sulle ragazze e molestarle (cioé toccarle nelle parti intime mentre si liberano della neve artificiale). Ci troviamo davanti ad un nuovo gioco inventato da baby molestatori che hanno mediamente tra i 7 e i 12 anni e che già é stato ‘sperimentato’ nei giorni scorsi su alcune studentesse fuorisede del centro storico”. La seconda preoccupazione è legata “ad un ‘divertimento’ molto più pericoloso che consiste nel lanciare arance congelate o altri oggetti simili contro autobus o persone che hanno lo stesso effetto di pietre”. “Invitiamo – conclude Borrelli – le forze dell’ordine ed i sindaci ad attivare un servizio speciale per domani al fine di evitare e arginare l’azione di questi piccoli ‘teppisti urbani’ che domani potrebbero creare non pochi problemi ai cittadini”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci