PIZZA D’EUROPA – Domani la pizza tradizionale napoletana, viene eletta tra le eccellenze europee come specialità tradizionali garantite (Stg). Attenti al marchio però

Mancano 24 ore. Domani la “Pizza Napoletana”, prodotta secondo la tradizione napoletana, entra ufficialmente nell’olimpo delle eccellenze alimentari europee.

Il riconoscimento di specialità tradizionale garantita (Sgt), protetta dall’Ue contro imitazioni e falsi diventa infatti regolamento della Commissione europea. Sarà operativo 20 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Ue. E’ questa probabilmente l’ultima attenzione della commissaria europea Mariann Fischer Boel all’Italia, a pochi giorni dalla fine del mandato dell’attuale Commissione europea. Il primo via libera al riconoscimento della ‘Pizza Napoletana’ è giunto il 9 dicembre scorso dal Comitato europeo delle denominazioni geografiche, in cui solo il rappresentante della Polonia si è astenuto. Un parere positivo giunto dopo oltre un anno di confronto a causa dell’opposizione della Germania e della Polonia all’iscrizione della Pizza Napoletana nel registro Ue delle Specialità tradizionali garantite (Stg). Il no tedesco è stato superato nel febbraio 2009 con un accordo tra Roma e Berlino, mentre nessuna intesa – nei tempi fissati da Bruxelles – è stata possibile tra l’Italia e la Polonia. In questo contesto, le spiegazioni che dimostrano che la “Pizza Napoletana” è un nome specifico, sono state aggiunte al disciplinare di produzione. Su questa eccellenza alimentare potranno contare a breve i buongustai, ma ad una condizione: occhio al logo ‘Pizza napoletana Stg”, altrimenti non e’ quella verace. Il logo europeo potrà essere utilizzato solo se il prodotto è in stretta conformità con il suo disciplinare di produzione.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci