L’OMICIDIO DEI TATOO – Hanno sparato a Luca Zendark, uno dei più affermati tatuatori della Provincia. Doveva sposarsi sabato ed era un ragazzo perbene

 

Luca col suo amatissimo cane. Ph. dal My Space di Zendark Tatoo

CASAVATORE – Tra Casavatore, Casoria e Secondigliano la distanza quasi non c’è. Uno stradone pieno di negozi e spazi destinati all’arredo, agli ipermercati e alle rotonde di cemento tappezzate dai manifestini della pubblicità che si susseguono, ieri sera si è consumato l’ennesimo omicidio. A finire sotto i colpi dei killer, Gianluca Cimminiello, tatuatore di Casavatore, con ubn solo precedente penale quando era ancora ragazzino, per droga. Gli uomini del comandante Gianluca Migliozzi della Compagnia di Casoria stanno pescando nella vita del giovane che sabato prossimo sarebbe dovuto convolare a nozze con la sua fidanzata. La collaboratrice del tatuatore ammazzato da due colpi di pistola uno all’inguine e l’altro ad un braccio, ha raccontato ai carabinieridi non aver visto il killer ma di aver visto il suo titolare uscir fuori chiamato da un cliente per farsi mostrare uno dei tatuaggi affissi in vetrina per farselo tatuare. Prima delle urla, poi qualche strattonata e poi i due colpi. Due soli colpi che hanno stroncato la vita di un ragazzo normale che a detta di chi lo conosceva “rigava dritto”. Che su quella strada degli americani, un po’ aveva investito il suo sogno di riscatto. Gianluca, purtroppo, è morto così. Sulla strada degli americani e con lui i suoi sogni.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci