VOLONTARI SFRATTATI – Il Centro emergenza Stabia non ha più una sede, lo stabile di via De Gasperi risulta inagibile

I volontari del centro durante una processione

CASTELLAMMARE DI STABIA – Stavano lì dal 1998 e il loro impegno nel volontariato si è fatto sentire (e vedere) eccome. Ma da quando l’edificio in via De Gasperi è stato chiuso, i volontari “Centro emergenza Stabia” non hanno più una sede.

E sono pronti a montare le tende fuori il municipio, pur di continuare ad esercitare il loro impegno costante nel volontariato. La struttura di proprietà della marina di Stabia ed affidata al Comune in comodato d’uso è stata chiusa perché disposta inagibile. Interventi per gli incendi boschivi, servizio di assistenza ai disabili, ordine pubblico: i volontari del centro, sono sempre stati in prima linea e sono stati sfrattati dall’edificio del Comune senza nemmeno un preavviso. Va bene (anzi no) che Castellammare (vedi l’omicidio di camorra che ha visto vittima Luigi Tommasino e i camorristi iscritti nella sezione del Pd locale) sia la babilonia, ma una sede per i volontari dovrebbero trovarla.

L’Ora vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci