LA CAMPAGNA ELETTORALE – Su Il Giornale, Caldoro illustra il programma. Razionalizzeremo la sanità e metteremo mano seriamente al piano casa

«Dobbiamo rappresentare il segnale del cambiamento, far dimenticare la cattiva politica del Sud asssitenzialista legato a logiche di potere» partendo dal «piano casa», dalla «riorganizzazione» degli ospedali e il «progressivo e graduale abbassamento delle addizionali».  Parte la campagna elettorale e nelle parole del candidato per il Pdl alla Regione Campania, Stefano Caldoro, si comprende che si tratat di una “competizione senza esclusione di colpi”.
Lo afferma Stefano Caldoro, candidato del Pdl alle regionali in Campania in un’intervista a Il Giornale, illustrando il suo programma. Del suo rivale, Vincenzo De Luca, Caldoro osserva che quella del suo nome è stata «una scelta politicizzata» poiché De Luca «ha una lunga storia che parte dal Pci e si conclude nel Pd». Tuttavia, per quanto riguarda il fatto che il sindaco di Salerno è indagato, Caldoro assicura: «Io sono un garantista a trecentosessanta gradi». Dell’Udc, Caldoro dice che«ha una linea nazionale che io non condivido». Tuttavia, spiega, «siamo alleati in tre province». «Discutiamo solo di scelte programmatiche», invita. Infine, Caldoro annuncia un impegno massimo sul problema dei «manager della sanità scelti in ragione dell’appartenenza ai partiti. Bisogna far uscire la politica dalla Sanità – ripete -: chi non raggiunge gli obiettivi deve essere rimosso o dimettersi immediatamente».

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci