I VENDOLA BOYS – Anche in Campania i vendoliani sono pronti all’assalto delle Primarie. Gennaro Migliore in poleposition e tremano i bassoliniani

Il declino del bassolinismo nel Pd? Passa per l’onda anomala di Nichi Vendola che dalla Publia ha sbaragliato il potere di Massimo D’Alema e ha messo in soffitta l’ipotesi di candidare alla Regione il suo “figlioccio”. I vendoliani campani, dal canto loro, sono  pronti a schierare Gennaro Migliore alle primarie per le regionali.

Secondo indiscrezioni raccolte dal «Velino» infatti, alle consultazioni interne al centrosinistra, gli esponenti di «Sinistra Ecologia e Libertà» stanno pensando di candidare l’ex deputato nonché responsabile Esteri di Rifondazione comunista, sfruttando il successo di Nichi Vendola alle primarie in Puglia. Ecco gli uomini di Vendola che stanno lavorando in Campania a quest’operazione: il trentacinquenne Francesco Manna, capostaff dello stesso presidente della Regione Puglia dalla caduta del Governo Prodi nonché presidente della società comunale Napoliservizi, con un passato da rappresentante degli studenti al liceo Genovesi; Andrea Di Martino (40 anni a maggio) attualmente uno dei coordinatori di Sinistra e Libertà a Napoli con trascorsi da membro della segreteria provinciale Ds, consigliere e assessore comunale a Castellammare di Stabia, è in prima linea al fianco di Vendola nei suoi tour in Campania; Peppe De Cristofaro, 39 anni, tra i coordinatori regionale di Sl, ex deputato e segretario regionale di Rifondazione, grande fautore delle primarie al Comune Napoli quattro anni fa quando si ventilava l’ipotesi Villari e si svolgevano le primarie in Puglia; Giulio Riccio, prima assessore provinciale di Napoli e poi comunale alle Politiche sociali ma anche ex commissario Prc a Salerno.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci