SANTE ALLEANZE – L’Adc di Francesco Pionati si schiera col Pdl per elegger Caldoro

Una lista comune di Alleanza di Centro e della Dc, in Campania, per sostenere il candidato del Pdl Stefano Caldoro, perchè, spiega Francesco Pionati, leader dell’Adc, «abbiamo la volontà precisa di convergenza e semplificazione del quadro politico e non solo un fatto episodico legato al momento elettorale».

Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, Adc e Dc hanno ufficializzato oggi a Napoli il loro sostegno all’ex ministro del precedente Governo Berlusconi. «L’incontro tra Dc e Adc non è occasionale, ma strategico – ha sottolineato Pionati – La nostra funzione oggi è una proposta politica utile per il Pdl». Una proposta «utile fino non lo sarà più» e in quel caso «saremo i primi a rendercene conto e a confluire in altre formazioni politiche». «Non siamo insieme per caso – ha detto Stefano Caldoro – ci uniscono motivi storici e aree culturali di riferimento che ha sempre rappresentato il comune sentire dei cittadini quando si andava a votare. Con la nostra alleanza rimettiamo insieme un’area culturale che ha reso l’Italia una delle più grandi democrazia d’Europa». La coalizione del centrodestra in Campania così si allarga e in questo fatto il sottosegretario Nicola Cosentino, coordinatore regionale del PdL, vede la possibilità di costruire «il progetto di cambiamento di cui ha bisogno la Campania». «Eravamo più o meno considerati come una “regione rossa”, dove vinceva sempre la stessa parte politica – ha precisato – ed è da 15 anni che la sinistra continua a vincere nonostante la cattiva gestione. Il fatto di aver stabilito che si può vincere, come abbiamo fatto nelle tre province, ha dato la prospettiva che anche qui possa insediarsi un governo del centrodestra». Per Giuseppe Pizza, segretario della Dc, «c’è bisogno di rimboccarsi le maniche per la situazione di grave degrado in cui è finita la Regione». «La candidatura di Caldoro – ha concluso – ha anche una valenza simbolica nella misura in cui avrà anche il compito di rimettere insieme la diaspora socialista».

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci