VERSO LE AMMINISTRATIVE – Nino Daniele non scioglie il riserbo, parte il totosindaco. L’Api di Francesco Rutelli candida l’assessore Lino Vitiello. La Destra, Socialisti e Udeur puntano su Nunzio Di Martino

L'assessore alle attività produttive Lino Vitiello

ERCOLANO – Sul dopo Nino Daniele in città è tutto in alto mare. Si rincorrono i nomi. E’ partito il totosindaco, col Pd  (partito di governo) in balia delle onde e delle scelte di Nino Daniele verso le  Regionali.

 Il Pd, infatti, non sa chi proporre se il sindaco uscente non vorrà ricandidarsi e Gennaro Miranda (ipotesi lanciata dagli uomini del Pdl legati a Marcello Tagliatatela) non ha ancora sciolto le sue riserve, l’unico nome certo per ora sembra essere quello dell’attuale assessore alle attività produttive dell’esecutivo Daniele, in quota Alleanza per l’Italia, il neo partito di Francesco Rutelli al quale ha aderito l’ex parlamentare del Pd Bruno Cesario, tirandosi dietro una serie di amministratori che militavano nei democratici. Intanto fanno la voce grossa altri esponenti politici. Per l’Mpa (di Raffaele Lombardo)  si fa avanti con insistenza il nome di Antonio Ascione, mentre una coalizione abbastanza anomala composta da Udeur, Socialisti, la  Destra e Partito dei Pensionati, avanza il nome di Nunzio Di Martino, per ora l’unico candidato “ufficiale” alla corsa a sindaco nella città degli Scavi. In casa Pd si aspetta che il sindaco sciolga il nodo rispetto alla sua ricandidatura, legata alla volontà di correre alle prossime elezioni per il consiglio regionale, in cui Daniele è già stato capogruppo del Pd. Per i Democratici, possibili sostituti di Daniele potrebbero essere Antonello Cozzolino o Antonio Liberti.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci