CITTA’ LEGALI – Ai commercianti di Portici l’agenda della legalità patrocinata dal Comune: per ricordarsi a Pasqua, adagosto e a Natale di non pagare il pizzo

il sindaco cuomo come è apparso nella foto su wall street journal

PORTICI – Un´agenda della legalità viene consegnata ai circa 2mila negozianti di Portici: l´iniziativa, promossa dall´agenzia ´Comunicando´ con il patrocinio dell´assessorato alle Attività Produttive e dell´associazione Antiracket cittadina, rappresenta – si legge in un comunicato – l´ultima tappa di un percorso della legalità inaugurato dall´amministrazione da qualche anno.

L´Agenda della Legalità 2010 propone su ogni pagina un aforisma famoso che parla di lotta alla camorra, promozione della giustizia sociale, coraggio di denunciare: da Borsellino a Falcone, fino ai grandi uomini che hanno occupato un ruolo importante nella storia dell´umanità, ripropone le frasi celebri, lasciate in eredità all´uomo contemporaneo. Gandhi, M. Luther King, Goethe, Giovanni Paolo II, questi i grandi personaggi che con le loro parole offrono un segno di speranza nella lotta contro ogni forma di criminalità. Ma non solo, nell´Agenda – prosegue il comunicato – sono evidenziati tre momenti durante l´anno in cui si registra una impennata nella riscossione del pizzo da parte degli emissari dei clan: Pasqua, Ferragosto e Natale. La nota riportata in corrispondenza di ciascuna delle tre festività recita: ´Memo: ricordati di non pagare il pizzo´, un richiamo ai commercianti che spesso si inchinano alle richieste della criminalità organizzata. Insomma, un vademecum che fornisce ai destinatari regole e indicazioni per combattere i fenomeni criminali. La pubblicazione, infatti, si apre con i tre decaloghi stilati dall´imprenditore coraggio Sergio Vigilante: l´antiracket, quello contro l´usura e il terzo che contiene le regole per un corretto uso dei soldi da
parte dei giovani.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci