UN GUARDONE AD EQUITALIA – Scoperta una telecamera nel bagno delle donne: l’aveva messa un collega che le spiava: denunciato

Aveva montato una microcamera Usb all’interno di una grata di aerazione della porta di un bagno delle donne negli uffici di via Bracco della società Equitalia, a Napoli. L’uomo, 55 anni, C.S., napoletano, è stato denunciato dalla Digos partenopea per interferenze illecite nella vita privata.

C.S. aveva creato una finta canalina all’interno della grata, posizionandoci la microcamera; nell’applicarla si è però tradito, perchè è stato filmato nelle immagini recuperate dalla polizia: è stato così riconosciuto e denunciato. L’uomo aveva filmato diverse sue colleghe mentre erano all’interno della toilette; le donne che si sono riconosciute hanno presentato querela. Equitalia Polis ha notificato un provvedimento di sospensione cautelare dal servizio al dipendente. «L’azione illecita – si evidenzia in una nota – è stata denunciata alla Digos di Napoli che, grazie all’intervento tempestivo del gruppo del dottor Antonio Sbordone, è potuta risalire direttamente al responsabile». Equitalia Polis «attende fiduciosa le decisioni che ci saranno da parte della magistratura e procederà disciplinarmente nei confronti del suo dipendente».

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci