RICORDANDO PAOLINO – Condanna per l’omicidio di Paolino Avella. “Ho sempre avuto fiducia nella giustizia, ma non riesco a perdonare” lo sfogo del papà che ha creato una Fondazione per la legalità

POLLENA TROCCHIA – Finalmente un raggio di luce. Finalmente giustizia, ammesso che serva, quando muore ammazzato un diciassettenne a seguito di una rapina. Non fu un incidente, infatti. La tragica morte di Paolino Avella, il diciasettenne di Pollena Trocchia che il 5 aprile del 2003, a San Sebastiano al Vesuvio, cadde sbattendo la testa nel tentativo di difendere il suo scooter da una rapina, fu frutto di un omicidio preterintenzionale.

Lo ha deciso la prima sezione della Corte d’Assise d’appello di Napoli che con una sentenza emessa questa mattina ha ribaltato il giudizio d’assoluzione di primo grado, condannando a 12 anni di reclusione Luigi Minichini, uno dei due malviventi autori dell’aggressione. Il suo complice, che all’epoca non aveva ancora compiuto diciotto anni, è già stato condannato in via definitiva dal Tribunale per i minorenni. In primo grado Minichini era stato assolto anche per l’impossibilità di utilizzare nel processo le dichiarazioni di ammissione di colpevolezza rese dal coimputato al Tribunale per i minorenni, ma non confermate in aula, nel corso del processo al complice maggiorenne. Quella sentenza d’assoluzione, per i genitori di Paolo, era stata un boccone amaro da buttare giù. Oggi l’avvocato Alfredo Avella, che da quel tragico giorno è impegnato attivamente nel Coordinamento dei parenti delle vittime innocenti della criminalità, è commosso, e in parte sollevato: «Era importante chiarire la verità nella quale ho sempre creduto, e cioè che mio figlio non è morto a causa di un incidente, ma che è stato ucciso perché non voleva cedere ad un’aggressione criminale. Quei due ragazzi volevano il suo motorino, e lui è caduto mentre scappava per non darglielo. Questa sentenza è un messaggio importante, che mi ridà una fiducia che in molti momenti, in questi anni, ho pensato di smarrire».

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci