LA SCOMMESSA DEL SINDACO PER LA DIFFERENZIATA- Nonostante i problemi con la ditta che gestisce l’appalto, i primi traguardi della giunta Giorgiano

SAN GIORGIO A CREMANO – La raccolta differenziata in città ha raggiunto il 28,52 percento. Il dato è stato comunicato dal dirigente del settore Ambiente Giovanni Vitale nel corso di un Consiglio Comunale straordinario convocato per discutere della tematica dell’igiene urbana in città. Si tratta di un numero ufficiale, certificato dallo stesso dirigente, che sarà sottoposto al vaglio dello staff del sottosegretario Bertolaso per le verifiche di rito e poi sarà pubblicato sul sito della Provincia di Napoli.

“Nonostante tutti i problemi che abbiamo dovuto affrontare negli ultimi mesi, dal fallimento della Mita fino al fatto che la prima gara per riaffidare il servizio è andata deserta, abbiamo raggiunto un risultato importante e di questo ne siamo orgogliosi. – afferma il sindaco Mimmo Giorgiano – Contiamo di sfondare presto la soglia del 30% e di andare ben oltre questi numeri grazie alla collaborazione di tutta la cittadinanza, che ha dimostrato di comprendere i nostri sforzi. Sappiamo bene che i nostri numeri sono ancora inferiori a quelli delle città vicine, però ci stiamo avvicinando ad ampie falcate ai loro livelli anche grazie al fatto che siamo il primo Comune in Campania che differenzia ben quattordici diverse frazioni”. A breve il servizio di raccolta “porta a porta”, con la scomparsa delle ecopiazzole, sarà allargato a tutta la città. Dopo il successo della fase di sperimentazione in via Matteotti ed in via Stanziale, il progetto è stato allargato a via San Giorgio Vecchio, via Pittore, via Gianturco, via Guerra e via Cavalli di Bronzo e dovunque i risultati sono stati positivi. Nelle prossime settimane anche in via Manzoni ed in via Tufarelli sarà lanciato il “porta a porta” per la raccolta della frazione umida, della plastica dell’alluminio e della carta. Sarà, inoltre, incrementata  la raccolta presso le utenze commerciali della città. Dal gennaio del 2010, con il nuovo affidamento in seguito ad una gara d’appalto che assegnerà il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per nove anni, si cambierà definitivamente registro.

l’Ora Vesuviana on line

redazione@loravesuviana.it

Annunci