L’ENNESIMA EMERGENZA IDRICA – La Gori mette le fontanine, manca l’acqua in 8 Comuni e i sindaci tacciono. Perchè? Cosa c’è dietro la crisi dell’acqua nel Vesuviano?

acqua-che-manca-luglio-2008-3

TORRE DEL GRECO  – Per ridurre al minimo i disagi agli utenti degli otto comuni interessati dalla carenza idrica prevista nelle giornate di oggi e sabato, disagi dovuti ai lavori alla camera di manovra di via Cifelli a Trecase e che porteranno il settore Ciclo integrato delle acque della Regione Campania a sospendere l´erogazione dell´acqua a partire da domani mattina, la Gori – società che gestisce la risorsa idrica nelle città interessate dai disservizi – ha comunicato di aver provveduto ad attivare diverse fontanine pubbliche.

Queste le località dove sono state installate le fontanine: a Boscoreale in via Diaz (angolo Della Rocca) e via Volta (adiacente rotatoria Passanti); ad Ottaviano in via Ferrovia dello Stato (angolo via Di Prisco) e via Pentelete (adiacenze rione Ina Casa), a San Giuseppe Vesuviano in via Zabatta (angolo via Carilli, di fronte all´istituto alberghiero) e via Lavinaio primo tratto (adiacenze rete ferroviaria dismessa); a Terzigno in via Volta (angolo via Caprai e adiacente rotatoria Passanti); a Torre del Greco in via Nazionale (angolo via Lava Troia) e via
Litoranea (angolo via Ponte della Gatta). Purtroppo nel 2010, nonostante le corse alle privatizzazioni (rivelatesi dal punto di vista concreto solo fallimentari e cassa di risonanza per i partiti politici che ne hanno gestito l’affare) nel Vesuviano non si contano più le emergenze idriche e nessun sindaco alza la barricata. Perchè gli amministratori tacciono? Perchè non c’è un’alzata di scudi da parte della gente?

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci