LE ANTENNE DELLA DISCORDIA – Le proteste per le antenne e l’iniziativa del Comune: i dati delle onde vengono aggiornati on-line

antenne telefoniaPORTICI –  L’istallazione delle antenne in roaming ha allertato la cittadinanza, la paura dell’inquinamento elettromagnetico fa scattare l’agitazione dei  residenti di via De Gregorio. La questione delle antenne in roaming – spiegano i residenti porticesi – non è una controversia nata nelle ultime settimane. Abbiamo già espresso il nostro disaccordo per la nascita di queste antenne in periodo elettorale  a degli esponenti  di centro sinistra che si candidavano a governare nuovamente  la nostra città. Molte volte ci avevano promesso che le antenne attualmente in costruzione su Palazzo Confalonieri e in via Diaz non sarebbero mai sorte. Dopo sei mesi dalla tornata elettorale invece l’Assessore all’Ambiente Santomartino ha avviato le procedure di monitoraggio delle antenne comprese quella di via De Gregorio 3 sita in Palazzo Confalone. Lo scorso marzo abbiamo fatto tutto il possibile per sollecitare l’amministrazione comunale, abbiamo chiesto anche un parere al Ministero dei Beni Culturali, il quale si è dichiarato a sfavore di un’antenna montata su di un Palazzo di pregio storico” .

Intanto è partito un sistema di monitoraggio dell’antenna presente in via Verdi, si tratta di una sperimentazione unica nel suo genere per efficacia e completezza del monitoraggio e per trasparenza dei risultati: i valori registrati dal dispositivo, saranno accessibili a tutti sul sito internet del Comune: http://www.comune.portici.na.it. Una volta conclusa questa sperimentazione, l’Amministrazione Comunale individuerà la maniera migliore per garantire la continuità di questo innovativo servizio e la sua espansione all’intero territorio cittadino.

Carla Cataldo

redazione@loravesuviana.it

Annunci