CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI – Gli uomini el comandante Raimondo Semprevivo battono a tappeto il territorio, denunciato per difformità un caseificio

caseificio

SOMMA VESUVIANA – Controlli a tappeto per i carabinieri in tutti gli esercizi commerciali e nelle fabbriche cittadine. Chiuso il caseificio “Duca di Salza” per una serie di irregolarità, sanabili entro sei mesi. I carabinieri di Somma Vesuviana, guidati dal comandante Raimondo Semprevivo, stanno effettuando controlli a tappeto presso gli esercizi commerciali della città, per verificare la regolarità delle autorizzazioni amministrative e quelle igienico-sanitarie dei locali presso cui si sviluppano le attività.

Nell’ambito di queste verifiche i militari hanno disposto la chiusura del caseificio “Duca di Salza”, di Antonio Allocca, figlio del consigliere comunale di centro-destra Alfonso Allocca. I motivi della chiusura sono da ricercare nelle difformità strutturali del locale adibito allo svolgimento del’attività e per problemi igienico-alimentari. Al giovane imprenditore sono sati assegnati 180 giorni di tempo per regolarizzare le difformità contestate.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci