A SCUOLA DI CINEMA, TEATRO E TELEVISIONE – Al Suor Orsola Benincasa presentato un nuovo corso di studi: tra pratica e teoria

lucio_d'alessandro

Un corso universitario per prepararsi a lavorare nel mondo del cinema, del teatro, della tv, coniugando imprenditoria e creatività nell´era digitale. E´ la nuova offerta dell´Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, che  presentato a Roma nella sala Carmelo Rocca del ministero dei beni culturali. Teoria ma non solo, visto che in primo piano per il nuovo corso di laurea dell´università napoletana – 120 il numero di posti programmati- ci sono gli sbocchi professionali.

 Studio, quindi, ma anche laboratori e molti stage per prepararsi a diventare registi, direttori artistici, sceneggiatori, tecnici della produzione radiotv, cinematografica e teatrale, specialisti in discipline artistico espressive. O per lavorare in enti ed aziende pubbliche e private, ad esempio per coordinare, produrre, creare programmi radiotelevisivi in broadcaster e aziende di produzione cinematografica e televisiva per esempio; o promuovere le attività di enti teatrali con competenze sul cartellone e su attività di marketing e di diversificazione dell´offerta teatrale; e ancora, ma è solo uno dei tanti sbocchi contemplati, per lavorare nelle redazioni giornalistiche per la realizzazione e la organizzazione dei siti internet; gestire percorsi espositivi e museali per musei e altre organizzazioni; gestire e organizzare eventi pubblici e culturali. Un´apertura del mondo accademico ad un nuovo ventaglio di alleanze strategiche con il mondo delle imprese della cultura e dello spettacolo, spiega il preside della facoltà di scienze della formazione Lucio D´Alessandro, che punta “ad arricchire il percorso formativo con una sempre maggiore vocazione alle professioni e alle esperienze pratiche e laboratoriali, grazie anche alla presenza di docenze legate alla realtà professionali ed imprenditoriali, e investire sin dal momento della formazione universitaria anche sul momento successivo dell´inserimento nel mondo del lavoro attraverso percorsi privilegiati di stage e di placement con le aziende che sono parte integrante del nuovo corso di laurea”. La capacità di diventare anche imprenditore, sottolinea, è uno degli obiettivi basilari del corso, “che intende costruire, attraverso un adeguato piano di studi, una figura professionale indipendente, quella del produttore-autore, capace di creare strutture produttive autonome con cui muoversi nel mercato indirizzando i progetti verso obiettivi concreti”. In campo docenti di prestigio, dal direttore di Rai Educational Giovanni Minoli al regista Ugo Gregoretti, dallo scenografo e regista Bruno Garofalo alla costumista Giusi Giustino, lo storico Piero Melograni, il professore di filologia romanza Corrado Bologna, il commissario straordinario del teatro San Carlo e direttore generale del ministero dei beni culturali per lo spettacolo dal vivo Salvatore Nastasi. Domani la presentazione sarà introdotta da Nastasi, con interventi del rettore dell´Università Francesco De Sanctis e del preside della facoltà D´Alessandro. In programma anche la proiezione del documentario “Reperti napoletani. Frammenti di cinema dagli archivi dell´Istituto Luce”.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci