TREMONTI AL MATTINO – Presto una Banca del Sud, per far svolgere allo Stato il suo ruolo di Stato

giulio_tremonti

NAPOLI – “Nei prossimi giorni sarà presentato il disegno di legge, concordato e affinato in modo che possa cominciare a svilupparsi” il progetto di una banca del Sud. Lo annuncia, dalle pagine del Mattino, il ministro dell´Economia Giulio Tremonti che avverte: “Bisogna portare la questione meridionale a livello nazionale” perché “il Sud non può essere la somma di micro-progetti o dei micro-medio soggetti territoriali”.

 “Lo Stato – spiega facendo un esempio il ministro – non può essere sostituito da un Comune che fa una fontana”. Ma quello che è avvenuto nel Sud negli ultimi venti anni è che “lo stato non ha fatto lo stato”. “Finora, soprattutto al Sud – aggiunge Tremonti – c´é stato un federalismo asimmetrico che ha avuto i difetti senza i pregi del federalismo”. Sui tempi della creazione del nuovo istituto, Tremonti non si sbilancia.”Ci vorrà del tempo”, afferma. Tuttavia il ministro assicura che “non c´é il rischio di creare un nuovo carrozzone pubblico”: se ieri era la Cassa per il Mezzogiorno, “oggi – spiega – può essere l´Agenzia a Palazzo Chigi o l´Istituto per lo Sviluppo del Meridione”. Il modello sarà quello del Credite Agricole francese. “La raccolta – spiega Tremonti – la faranno le banche d credito cooperativo, quelle che ci sono e le nuove. Noi – assicura – favoriremo in tutti i modi legittimi questo processo”.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci