SAN PAOLO IN VENDITA – L’ipotesi paventata in consiglio comunale: “L’amministrazione non è in grado di gestire lo stadio”

sanpaolo

NAPOLI  – “L’amministrazione comunale non è più in grado di costruire e gestire stadi. Così non si può andare avanti, bisogna decidere il destino del San Paolo e dove costruire un altro impianto”. Così il sindaco Rosa Russo Iervolino nel corso del dibattito in consiglio comunale sulla possibile vendita dello stadio San Paolo.

Il sindaco ha annunciato un incontro con il presidente della società Calcio Napoli, Aurelio De laurentis, venerdì prossimo. «Chiederei alla Giunta – ha concluso Iervolino – di convincerlo a intervenire in commissione per discutere dei problemi emersi nel corso della seduta di oggi». La seduta del consiglio comunale è stata poi sciolta per mancanza del numero legale. Poco prima delle 21.30 il consigliere del Pdl Andrea Santoro ha chiesto la verifica dei presenti. In aula c’ erano solo 28 consiglieri su 60. L’ assemblea stava discutendo un ordine del giorno presentato da Francesco Moxedano, di Italia dei Valori, sulla vendita dello stadio San Paolo. Nel documento era stato introdotto un emendamento che chiedeva di verificare la possibilità di riconoscere il diritto di prelazione al Calcio Napoli.

l’Ora vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci