LE VERITA’ DI NOEMI LETIZIA – Dai 18 anni festeggiati a Casoria con “papi” (Silvio Berlusconi), alla ribalta di cinema e Tv, passando per il divorzio del premier e le accuse della signora Lario

noemi

La verità di Noemi in 25 minuti di trasmissione Sky. Una intervista «soft» – condotta dalla giornalista del Daily Mail, Daphne Barak -, dopo 4 mesi di silenzio. Un’intervista che non svela nulla (o quasi) e ripropone la stessa verità che finora la biondina di Portici ci ha propinato.

Ovvero che Silvio Berlusconi era amico del padre da lungo tempo, che lei frequentava già da piccola le magioni del Cavaliere, che non c’è nulla di morboso nei rapporti con il presidente del Consiglio, che la presenza del premier alla festa dei suoi 18 anni è stata per lei una sorpresa. Rispetto al passato Noemi appare più «glamour» (evidente il tocco di un visagista), è ormai entrata nel personaggio dell’attrice (addirittura annuncia che vuole fare carriera in America perché ha idee e determinazione ben precise, non come le attrici italiche che neppure ci hanno provato – certo bastasse questo). Soprattutto, a differenza delle cose dette nell’intervista al «Corriere del Mezzogiorno» del 29 aprile – quella in cui annunciava al mondo che lei chiamava il premier con il nomignolo di «papi» -, ci fa sapere che non intende più buttarsi in politica. Allora, al giornalista Angelo Agrippa, Noemi confidò che avrebbe avuto interesse a entrare in Parlamento. Ora, invece, archivia la politica, mostrandosene delusa. Per la giovane Letizia quella che conta è ora solo il cinema. «Mi sento già un’attrice e ora sono notoria. Se mi chiamano per andare in America non avrò paura». Scontate, infine, le risposte sul Cavaliere e su Veronica Lario. Silvio viene descritto come uno «che sa il fatto suo ed è un leader perché ha personalità» e per il quale è «ovvio» ha votato. Veronica, invece, viene rappresentata come una donna amareggiata che se l’è presa con una ragazza di 18 anni, considerandola la responsabile del fallimento del suo matrimonio. «Tutti possono vedere che non sono io la ragione del divorzio. Come può una festa di 18 anni rovinare un matrimonio?». Infine anche da lei arriva l’attacco ai media: «C’è stata una grande disinformazione».

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@edizionidelvesuvio.com

Annunci