LA RISCOSSA DEI BASSOLINIANI – Arriva Bersani ed elogia Bassolino. Anche la sindaca Iervolino appoggia l’ex ministro, ringrazia Dio e non decide di andare in pensione

 

l'abbraccio tra gli ex ministro

l'abbraccio tra gli ex ministro

 

NAPOLI – «Il rinnovamento? Non vorrei interpretarlo per simboli, cioè prendere un giovane e farne un simbolo. La mia idea è quella dell’unità del centrosinistra e del rispetto per tutti quelli che ci hanno portato fin qui, dell’aiuto di tutti per far girare la ruota del rinnovamento».

Così Pierluigi Bersani – a Napoli per una manifestazione dei sostenitori della sua mozione congressuale – ha risposto alle domande dei giornalisti sulle possibili candidature alla Regione Campania ed al Comune di Napoli. Bersani ha incassato l’appoggio ufficiale del sindaco Iervolino («Al congresso starò con Bersani, del quale sono amica») ed è giunto alla Mostra d’Oltremare, dove ha raccolto oltre 250 sostenitori, insieme a Bassolino. Con il presidente della Giunta regionale campana Bersani si è fermato a prendere un caffè a Santa Lucia, sede della Regione, presente anche l’eurodeputato Andrea Cozzolino. Le fa piacere il sostegno del sindaco Iervolino? Gli ha chiesto un giornalista. «La mia è un’idea di larghissima unità – ha risposto il candidato alla segreteria del Pd – mi fa piacere il sostegno di tutti quelli che pensano di creare un grande partito popolare, che è fatto di radicamento e di rinnovamento». In sala ad ascoltare Bersani, oltre a Bassolino ed alla Iervolino, in prima fila, c’erano tra gli altri i parlamentari Andrea Cozzolino e Luisa Bossa, la dirigente del Pd Maria Grazia Pagano, il consigliere regionale Michele Caiazzo. Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino si schiera con la mozione di Pierluigi Bersani. L’adesione l’ha ufficializzata intervenendo alla manifestazione dell’area che sostiene Bersani alla Mostra d’Oltremare. «Al congresso appoggerò Bersani – ha detto ai giornalisti – grazie a Dio sono una persona libera e questo comporta parecchie difficoltà, ma anche una grandissima libertà, quella di scegliere».  «La mozione di Bersani, che è un vecchio amico, mi ha convinto per il tipo di partito popolare dei lavoratori e di sinistra costituzionale e sociale, con una prospettiva europeista e di apertura al dialogo tra i partiti». Quanto a Dario Franceschini, che qualche settimana fa a Napoli aveva parlato di «lungo inverno», riferendosi alla stagione amministrativa di Napoli e della Campania il sindaco ha replicato: «Grazie a Dio quando Franceschini parlava d’inverno ero allo splendido sole di Bruxelles, e grazie a Dio non devo niente a nessuno. Quando la mia Giunta era in difficoltà all’epoca del suicidio di Giorgio Nugnes non ho avuto solidarietà nè da una parte nè dall’altra».

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@edizionidelvesuvio.com

Annunci