Voci e Strumenti ad Arco – Domani sera a somigliano d’Arco concerto gratuito di Musica Sacra, Classica ed Operetta

madame butterflyDomani, sabato 5 Settembre 2009, alle 20.30, nel Parco Pubblico “Giovanni Paolo II” di Pomigliano d’Arco (NA), Musica Sacra, Musica d’Opera e d’Operetta ed il numeroso pubblico, potranno idealmente abbracciarsi sotto le stelle, rinnovando anche in questa Terza Edizione di “Pomigliano Classica” la splendida alchimia che si crea tra l’arte e tutti coloro che ne sappiano gioire. Nella Sera di Sabato 5 Settembre, quindi, quella magia si esprimerà nuovamente attraverso il Concerto gratuito “Voci e Strumenti ad Arco”. L’amato Direttore e Pianista M° Luigi d’Arienzo dirigerà i circa 50 cantori del Coro del Santuario di Madonna dell’Arco di Sant’Anastasia, la valente violinista Loredana Sgammato e le incantevoli voci dei Soprano Luigia Esposito, Immacolata Iovine ed Annabella Spinosa (quì elencate in ordine alfabetico e non di apparizione), oltre che del Tenore Francesco Muto. Il Presidente del Consiglio Comunale di Pomigliano d’Arco, Giuseppe Esposito, dichiara: “L’iniziativa ha oramai grande consenso da parte della popolazione non solo cittadina, ed è un modo di esprimere quello che un territorio ha al proprio interno”, e coglie l’occasione per evidenziare anche l’eccellente operato del locale Assessorato alla Legalità, Trasparenza e Sicurezza nella persona di Agostino Libio e dell’Assessorato alle Politiche Sociali nella persona di Angelo Lupoli. Il ricco programma del concerto “Voci e Strumenti ad Arco” prevede l’esecuzione, tra l’altro, di “Coeli Enarrantant Gloriam Dei” di B. Marcello, eseguito dal Coro del Santuario della Madonna dell’Arco. Il Coro sarà poi di supporto in varie altre esecuzioni, tra cui citiamo alcuni brani di G. Puccini: “Un bel di’ vedremo” (da Madame Buttefly) eseguita dal Soprano Gigia Esposito, “Vissi d’Arte” (da Tosca) eseguita dal Soprano Imma Iovine,  “O mio babbino caro” (da Gianni Schicchi) eseguita dal Soprano Annabella Spinosa e “S. Lucia” di J. Cocteau eseguita dal Tenore Francesco Muto. Non mancheranno virtuose esecuzioni strumentali tra le quali ci piace segnalare “Czarda”  di V. Monti, eseguita dalla talentuosa violinista Loredana Sgammato, così come potremo godere di brani d’operetta tra cui “Tu che m’hai preso il cor” e “Tace il labbro” di Franz Lehar.

Una iniziativa, quindi, che consentirà al pubblico di apprezzare, gratuitamente, grandi voci, grande musica e valenti musicisti e Maestri.

Comunicato stampa

Annunci