LA CRISI E LA RIPRESA – L’Atitech licenzia, l’Enel assume. Il colosso dell’energia entro luglio 2010 assumerà 42 unità, prevalentemente ingegneri

ENEL

Crisi, se prima c’era solo l’aria, oggi la crisi si sente appieno. Niente stipendio per i 650 lavoratori dell’Atitech, il polo di manutenzione che ha sede a Napoli e il cui futuro, dopo il passaggio di Alitalia a Cai, resta ancora da definire. Un gruppo di dipendenti ha attuato un sit-in bloccando il traffico veicolare nella rotonda di accesso allo scalo. L’Enel, però, in controtendenza, assume, anche in Campania.

 «Serve subito una trattativa seria partendo dall’accordo di Palazzo Chigi – dice il segretario provinciale della Ugl Francesco Falco. – È inaccettabile la fuga di Cai mentre ai lavoratori si nega anche lo stipendio». «Che aria tirasse per i lavoratori lo si era capito già venerdì scorso – spiega Pasquale Lione della Ugl di settore – quando l’azionista di maggioranza Alitalia ha disertato il Consiglio di Amministrazione. Ora tutto è rinviato al 30 luglio, dopo di che si rischia il commissariamento». L’ Enel, però e per fortuna, è in controtendenza. Entro luglio 2010, sociale,  assumerà 600 nuove unità in Italia: 500 operai diplomati e 100 tecnici, prevalentemente ingegneri. In Campania le assunzioni saranno 42: il pacchetto di assunzioni è destinato alla manutenzione e allo sviluppo della rete elettrica ed è rivolto ai giovani sotto i 29 anni che dovranno avere tutti i requisiti di idoneità richiesti per l’assunzione , dal voto di diploma alla residenza ai fini della reperibilià.  Le assunzioni prevedono un tirocinio di sei mesi, che si svolgerà presso le Unità operative di zona; se il periodo di tirocinio darà esito posivito con il superamento della prova di valutazione, scatterà l’assunzione con un contratto di apprendistato per il conseguimento della qualifica di elettricista. Le assunzioni sono frutto dell’intesa siglata da Enel con i sindacati di settore Filcem Cgil, Falei Cisl, Uilcem Uil. Gli aspiranti candidati potranno inserire il proprio curriculum vitae sul format presente sul sito http://www.enel.it nella sezione «Lavora con noi».

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@edizionidelvesuvio.com

Annunci